Plugin iperdibili per Photoshop – Parte 1

 In Novità

Oggi il blog OB è dedicato ad una delle figure professionali più bisfrattate e spesso, troppo spesso, vessate… stiamo ovviamente parlando di voi grafici, continuamente sottoposti ai pareri ed ai gusti impossibili del cliente, alle necessità dell’account, alle mode del momento. Un ruolo davvero complesso che OB cerca di aiutare oggi con i migliori plugin per Photoshop segnalati da Mashable. Un aiuto certamente piccolo, ma comunque utile a rendere (anche solo per un attimo) più semplice il vostro arduo compito.

Social Kit

Oggigiorno nemmeno i grafici possono dimenticare il mondo dei social. Social Kit fornisce modelli personalizzabili i principali social network (Facebook, Google+, Twitter e YouTube). Ogni modello è personalizzabile, e il plugin si aggiorna automaticamente ad ogni modifica dei social stessi.

 Layrs Control

Grazie a questo plugin gratuito potrete attingere ad una collezione di script utili alla realizzazione delle operazioni più basiche in Photoshop. Potrete rimuovere eventuali effetti inutilizzati, appiattire tutti gli effetti di livello, eliminare livelli vuoti per ridurre le dimensioni del file, e rasterizzare oggetti intelligenti.

 Cut&Slice Me

Cut & Slice consente di esportare i vostri asset in diversi dispositivi in pochi secondi, migliorando il flusso di lavoro grazie all’opzione di rinominazione  dei livelli. È possibile tagliare ed esportare i file in formato PNG, tagliare i pixel estranei o scegliere le dimensioni che vi servono.

CSS3Ps

Problemi di compatibilità addio! Grazie a CSS3Ps, plugin disponibile gratuitamente in cloud, potete convertire i livelli di CSS3. Molto semplice da usare, basta infatti selezionare i livelli e fare clic sul pulsante CSS3Ps, che vi reidirizzera verso la pagina web CSS3Ps in cui viene generato l’output.

BlendMe.In

Plugin utilizzabile sia per Photoshop e Illustrator che permette di cercare tra una collezione di migliaia di asset (compresi pacchetti di icone). Tutte le icone sono in formato vettoriale, quindi sono inseriti come oggetti intelligenti e sono scalabili. Tutti gli oggetti hanno la licenza Creative Commons, in modo da poter essere utilizzati nei vostri progetti personali e commerciali.

Interessante?!? Se la risposta è sì vi aspettiamo la prossima settimana con la seconda parte!

 Matteo Pogliani

 

Recent Posts
Comments

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search