WhatsApp attiva la crittografia end-to-end per chiamate e messaggi

 In Novità, Social News

Ricordate il recente caso del braccio di ferro tra Fbi e Apple? Ecco, era solo un’anticipazione dell’importanza che sta assumendo oggi la questione della crittografia e la privacy in generale.

Ieri, 5 aprile, WhatsApp ha cominciato a utilizzare la crittografia end-to-end sulla nuova versione dell’app. L’obiettivo? Proteggere le conversazioni attraverso un codice di sicurezza e impedire a terzi l’accesso ai contenuti.

I messaggi che invii in questa chat e le chiamate sono ora protetti con la crittografia end-to-end, questo il messaggio visualizzato in seguito all’aggiornamento dell’app.

L’unico passaggio da compiere per abilitare la completa sicurezza del sistema è la scansione di un QR Code che garantisce la compresenza, la vicinanza e la conoscenza tra i due attori interessati. E il gioco è fatto!

Ma che cos’è la crittografia end-to-end? Si tratta di una tecnica che permette la lettura in chiaro di un messaggio – sia questo testo, foto, video o audio – solo al mittente e al destinatario. Questi due soggetti soltanto possiedono la chiave di lettura; chiunque intervenga nel percorso seguito dal contenuto può prelevare l’elemento scambiato ma otterrà soltanto una serie di codici incomprensibili.

WhatsApp stesso non avrà la possibilità di prendere visione dei contenuti delle chiamate e dei messaggi, perciò nessuna autorità potrà mai richiederli.

Il blog del gruppo riporta infatti:

L’idea è semplice: quando mandi un messaggio, l’unica persona che lo può leggere è la persona o il gruppo al quale lo hai inviato. Nessun altro può vedere quel che vi è contenuto. Nessun cybercriminale. Nessun hacker. Nessun regime oppressivo. Nessuno. La crittografia end-to-end consente di rendere le comunicazioni via WhatsApp private, come fossero un faccia a faccia.

WhatsApp aveva iniziato il percorso mesi fa per colmare la distanza con iMessage e, soprattutto, con Telegram. Oggigiorno, in un mondo in cui il mercato offre continuamente prodotti piuttosto simili, il rispetto della privacy (a tutti i costi) è un plus da non ignorare.

Sara Rossi
In una vita precedente sono senz'altro stata una correttrice di bozze. Adoro le parole e non so resistere agli hashtag. Social Media Specialist @ Open-Box
Recommended Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search