Social Media 27 Gennaio 2023

Con i social aumenta la consapevolezza finanziaria tra Millennial e Zoomer

By: OpenBox
Con i social aumenta la consapevolezza finanziaria tra Millennial e Zoomer

Nel corso degli anni, i social media sono diventati una parte importante della nostra vita; sono una fonte di intrattenimento, informazione e connessione.

Recentemente, complice anche la lotta all’inflazione dello scorso anno, i social media hanno anche iniziato a diventare una fonte di consigli finanziari.

In molti hanno iniziato a cercare informazioni sulla finanza attraverso Twitter e TikTok e, di conseguenza, gli esperti di finanza online si sono riversati su queste piattaforme per soddisfare la domanda crescente.

Ma piattaforme come TikTok possono davvero cambiare il modo in cui gli utenti gestiscono i loro soldi?

Un recente sondaggio di GOBankingRates ha rilevato che i social media hanno avuto un impatto diretto su Millennial e Zoomer nel 2022; il 57% degli Zoomer di età compresa tra 18 e 24 anni e il 47% dei Millennial di età compresa tra 25 e 44 anni ha affermato che i social media hanno avuto un’influenza positiva sulle proprie finanze.

Dal sondaggio risulta anche che la Generazione Z sta imparando come gestire le proprie finanze personali proprio grazie a piattaforme come TikTok e YouTube.

generazione z social media finanza

Tuttavia, quando si tratta di cercare consigli finanziari sui social media, le informazioni disponibili potrebbero anche trasformarsi in un’arma a doppio taglio, provocando più danni che benefici. 

Vediamo cosa ne pensano gli esperti del settore sull’effetto dei social media sui livelli di alfabetizzazione finanziaria, intervistati da GOBankingRates.

Consulenze finanziarie sui social media: pro e contro

Uno dei vantaggi dei social media è senza dubbio il fatto che semplificano le modalità di ricezione di consulenza finanziaria. 

Rachel Burns, fondatore di True Worth Financial Planning, ha scoperto che i social media hanno reso più facile per le giovani generazioni ricevere consulenza finanziaria. 

Grazie a Twitter e TikTok, gli esperti di finanza online sono 

“più accessibili e facilmente riconoscibili e forniscono consigli finanziari in piccoli contenuti facili da capire”

Burns ha inoltre dichiarato: 

“Prima dei social media, la persona media non chiedeva la consulenza di esperti perché non soddisfaceva i requisiti minimi dei consulenti finanziari tradizionali, ma ora l’accesso è stato aperto a chiunque abbia uno smartphone”.

Jake Hill, CEO di DebtHammer, ha invece dichiarato: 

“Essere finanziariamente responsabili non viene insegnato a scuola. In effetti, la maggior parte dei ragazzi è incoraggiata a contrarre prestiti studenteschi che non possono permettersi per ottenere una laurea che non sanno se mai utilizzeranno. I social media colmano le lacune lasciate dall’istruzione tradizionale, fornendo accesso a una varietà di strumenti finanziari.”

Uno degli svantaggi è rappresentato, invece, dal fatto di non potersi fidare di tutti i consigli forniti e disponibili sui social, e più in generale online. Sfortunatamente, infatti, su internet si trovano tante informazioni inesatte o completamente errate

Burns avverte gli utenti che 

“il pericolo nelle consulenze finanziarie sui social media è che sono generiche e non tengono conto delle personali circostanze uniche”. 

Dal momento che la consulenza finanziaria non è sempre adatta a tutti allo stesso modo, bisogna valutare e decidere se il consiglio ricevuto si adatta alla situazione e può effettivamente aiutare.

Consigli dagli influencer esperti di finanza: pro e contro

Oggi molti influencer che trattano di finanza sono facilmente riconoscibili e rintracciabili sulle varie piattaforme.

Andrew Lokenauth, professore ed esperto di finanza presso la School of Management dell’Università di San Francisco, ha convenuto che i social media contribuiscono all’alfabetizzazione finanziaria. 

“Molti esperti e organizzazioni finanziarie sono presenti sui social media, il che consente alle persone di porre domande e ottenere consigli direttamente dai professionisti. I social media possono essere un’utile risorsa di apprendimento”.

Gary Grewel, consulente finanziario certificato e blogger presso FinancialFives, ha aggiunto che 

“i giovani di solito non leggono riviste o articoli finanziari online, quindi è importante raggiungerli dove si trovano, ad esempio su TikTok, YouTube e Instagram”. 

Creando contenuti riconoscibili e coinvolgenti, questi esperti di finanza si rivolgono a un pubblico più ampio e più giovane.

Uno degli svantaggi del seguire i consigli degli influencer è che non tutti sono professionisti qualificati e certificati.

Burns ha affermato che, di conseguenza, 

“possono entrare in conflitto con le rigide normative sulla consulenza finanziaria”

Grewel precisa: 

“Un influencer che non ha le conoscenze finanziarie necessarie per comprendere tutti i rischi può indirizzare il suo pubblico verso investimenti ad alto rischio”

In riferimento a queste affermazioni ti consigliamo di verificare che il consulente finanziario al quale fai riferimento sia regolarmente iscritto all’Albo Unico dei Consulenti Finanziari. 

4 suggerimenti per evitare cattivi consigli

Andrew Lokenauth ha fornito i seguenti quattro suggerimenti per capire se il consiglio trovato sui social sia effettivamente utile:

  1. Controllare la fonte: le informazioni provengono da una fonte attendibile, come un professionista finanziario o un’organizzazione rispettabile?
  2. Verificare la credibilità: le affermazioni sono state verificate o supportate dalla ricerca?
  3. Cercare più fonti: le informazioni sono coerenti con ciò che hai appreso da altre fonti?
  4. Usare il proprio giudizio: il consiglio sembra ragionevole o sembra troppo bello per essere vero?

Con un piccolo sforzo aggiuntivo, quindi, è possibile mettersi al riparo da eventuali danni collaterali

I Content Creator italiani più seguiti nel settore finanza e risparmio

Ecco una lista dei content creator più seguiti nelle varie piattaforme per quanto riguarda il settore finanza e risparmio:

Conclusioni

In definitiva, i social media possono fornire informazioni sui trend di mercato, aggiornamenti sulla politica economica e consigli su come gestire le finanze personali.

Non dimenticare, però, che nella fase scelta decisiva è necessario affidarsi ad un consulente finanziario qualificato, che sappia indirizzarti verso la soluzione più adatta al tuo caso specifico e personale.

Articoli consigliati